iPad, tutti lo vogliono, ma pochi sanno cosa è o cosa fa

Postato il 6 maggio 2011 in Mondo Reale, Tecnologia da

Condividi

Oggi sono andato in un negozio di una grande catena informatica, e sono rimasto colpito dal potentissimo lavoro di marketing attuato nei cervelli delle persone da parte di Apple e di coloro che vi ruotano attorno.

Premetto che sono un Mac User al 100% (ho un iPhone, un iMac, un MacMini, un MacBook) e quindi potrei essere tacciato di esser tra quelli colpiti dal “virus” della mela; in ogni caso uso questi strumenti da anni, da molto tempo prima del boom, e più che altro per lavoro.

 Ma andiamo al dunque: cosa ho visto di così sconvolgente? Tante persone che chiedevano insistentemente un iPad, anche di quelli in esposizione, sia di prima che di seconda generazione, pur di portare a casa subito il gioiellino inventato a Cupertino. Ma chi più mi ha colpito sono stati quelli in maniera poco “colta” dicendo ai commessi del negozio frasi del tipo – Li avete gli “apad”? -. I commessi chiedevano 1 o 2, quanti giga di memoria, bianco o nero… Le persone restavano con la bocca aperta e con lo sguardo perso, segno evidente che non avevano alcuna idea di cosa stessero parlando.

Cosa ancor peggiore ritengo sia il fatto che quasi tutta questa gente non sappia nemmeno la differenza tra le varie versioni di iPad, non abbia idea di cosa farsene se non per giocare… Immagino, infatti, che molti abbiano scambiato questo strumento per un’alternativa alla Playstation Portable.

In ogni caso quel geniaccio di zio Steve ha centrato in maniera straordinaria e per l’ennesima volta l’obiettivo di creare un dilagante fenomeno di vendite. Attualmente è necessario attendere minimo dieci giorni per poter stringere tra le mani una tavoletta di casa Apple.

1 Commento per "iPad, tutti lo vogliono, ma pochi sanno cosa è o cosa fa"

James Miller vogan

23 gennaio 2012 alle 8:35 am

In poche parole si ripete per l’ennesima volta lo stesso film che ormai ci viene proposto regolarmente da quasi due decenni.

Inserisci un Commento

Devi essere loggato per inserire un commento.